Laura e Kamila sono nate in italia, 20 anni fa. E Hanno tantissime cose in comune. Tranne la cittadinanza.

Scopri le storie di chi, come Kamila, lotta contro la burocrazia e difficoltà quotidiane per diventare cittadina italiana.

Andrea e Amir sono nati in italia, 20 anni fa. E Hanno tantissime cose in comune. Tranne la cittadinanza.

Scopri le storie di chi, come Amir, lotta contro la burocrazia e difficoltà quotidiane per diventare cittadino italiano.

Obiettivo Cittadinanza è una campagna che vuole dare voce a chi è straniero nel proprio paese.
È un luogo dove scambiarsi esperienze e testimonianze, è una iniziativa volta a rendere visibili le persone alle prese con il complicato iter di acquisto della cittadinanza italiana. Obiettivo Cittadinanza è anche un servizio di informazione e supporto on-line, con domande e risposte in continuo aggiornamento, per dare uno strumento in più a chi si trova di fronte un lungo e spesso difficile percorso.
Fioralba Duma

Nel 2001, a 11 anni, su un monopattino al laghetto dell’EUR (Roma). 19 anni dopo, in attesa dell'autobus alla stazione Tiburtina.
Arrivata in Italia nel 2001, ma non può richiedere la cittadinanza per via del reddito precario.

Jovana Kuzman

Nell’asilo a Rocca Priora nel 2001 circa. A Bruxelles nel 2020 mentre rappresenta l’Italia.
In Italia da quando aveva 2 anni, ma ancora senza cittadinanza per via delle tempistiche burocratiche.

Sonny Olumati

A Roma con abiti tradizionali del paese dei suoi genitori.
Qui mentre presenta il suo libro “Il ragazzo leone” in una trasmissione TV nel 2021.
Nato in Italia ma ancora senza cittadinanza per via di cavilli burocratici e inadempienze amministrative.

MANDA LA TUA FOTO/MANDA LA TUA STORIA

FAQ sulla CITTADINANZA ITALIANA

Sono nato e cresciuto in Italia, posso ottenere la cittadinanza italiana?

Chi è nato e cresciuto in Italia ed è figlio di genitori stranieri regolarmente residenti può richiedere la cittadinanza a 18 anni se ha risieduto legalmente in Italia fino al raggiungimento della maggiore età. Il Comune di residenza è tenuto per legge ad informare l’interessato che deve presentare la richiesta di cittadinanza entro un anno dalla maggiore età.

Non sono nato in Italia ma ci sono cresciuto, posso ottenere la cittadinanza italiana?

Chi non è nato in Italia ma vi è cresciuto ed ha un regolare permesso di soggiorno può richiedere la cittadinanza dopo 10 anni di residenza continuativa, dimostrando tre anni di reddito minimo e presentando diversi documenti, alcuni anche del Paese di origine. Gli anni di residenza necessari variano se si è cittadini comunitari, rifugiati o apolidi. Esiste anche un percorso di accesso alla cittadinanza italiana perché sposato/a con cittadino/a italiano/a

È necessario che la residenza sia ininterrotta?

Si, la residenza in Italia deve essere legale e continuativa per tutto il tempo richiesto e deve permanere anche durante tutta la durata della procedura. Qualsiasi spostamento o cambio di residenza deve essere sempre tempestivamente comunicato.

Per presentare la domanda è necessario possedere un reddito minimo?

Si, è necessario disporre di un reddito annuo lordo di almeno 8.263,31 euro, oppure 11.362,05 euro se ci sono persone a carico, aumentabili di euro 516,00 per ogni ulteriore persona a carico. Se da soli non si riesce a raggiungere la soglia minima di reddito richiesto può valere il reddito del nucleo familiare, ma il limite richiesto aumenta fino ad euro 11.362,05.

Ho presentato la domanda per la cittadinanza. Quanto dovrò aspettare prima di diventare italiano?

I tempi di attesa sono di 24 mesi (2 anni), prorogabili fino ad un massimo di 36 mesi (3 anni), per tutte le domande presentate a partire dal 20 dicembre 2020 (data di entrata in vigore delle nuove disposizioni sulla cittadinanza). Per tutte le altre domande presentate ed ancora in corso prima di questa data si applica il termine di 4 anni.

ULTIMO ARTICOLO

LEGGI LE ALTRE
DOMANDE E RISPOSTE
SULLA NOSTRA PAGINA
FBrosso

CONTATTACI

Seguici!